Aterballetto

Fondazione Nazionale della Danza

Repertorio

in english

Pèrsephassa - cor. Mauro Bigonzetti

Coreografia di MAURO BIGONZETTI
Musiche: IANNIS XENAKIS
Improvvisazioni su musiche di: JOHANN SEBASTIAN BACH
Costumi: 7, Reggio Emilia
Luci: CARLO CERRI

ENSEMBLE NEXTIME. Direttore: DANILO GRASSI

La musica - una costruzione stratificata da cui emerge il senso di arcaico, la naturalezza dalla complessità.
Lo spazio, la geometria - quella dell’opera prima di un musicista-architetto che ha collaborato dodici anni con Le Corbusier.
Il cerchio - Una struttura musicale concepita in forma circolare, con gli strumenti necessariamente disposti in cerchio, i musicisti si devono sentire e vedere fra di loro.
La primordialità - che il senso dell’udito percepisce attraverso questa musica.

Lasciandomi catturare dall’ascolto di Pèrsephassa ho sentito forte la spinta al recupero del senso dell’udito in quanto senso primordiale dell’uomo, che, inquinato dai suoni urbani, sembra aver perso la sua capacità di cogliere l’arcaico, il naturale, il suono degli elementi.

Il corpo - riceve e restituisce questa primordialità che è sua, con un linguaggio che vuole essere arcaico, con un movimento che non si lega ai canoni di una tecnica ma recupera quella capacità di esprimere le spinte e le pulsioni che nell’infanzia del mondo facevano riunire in circolo per vivere fisicamente l’energia delle forze intangibili.
Mauro Bigonzetti

Coproduzione Centro Regionale della Danza/Aterballetto - Di Nuovo Musica 1997

Prima Rappresentazione:
Reggio Emilia, Teatro Valli
11 ottobre 1997