Aterballetto

Fondazione Nazionale della Danza

Repertorio

in english

workwithinwork // coreografia William Forsythe

debutto per Aterballetto il 21 marzo 2013 - Teatro Valli di Reggio Emilia

Coreografia WILLIAM FORSYTHE
Musica: Luciano Berio, Duetti per due violini, vol. 1 (1979-83)
Scenografia e Luci: William Forsythe
Costumi: Stephen Galloway
Messa in scena: Francesca Caroti e Allison Brown

Quando il sipario si apre un uomo piega le braccia verso l’alto mentre il suo corpo si estrania, arcuandosi in un andamento ripreso immediatamente dai ballerini dietro di lui.
Da queste battute iniziali di «workwithinwork»,un flusso quasi incessante di movimenti prende vita propria, una corrente fluida e vorticosa che sembra plasmare a proprio piacimento le traiettorie sul palco, guidata dai ritmi incalzanti dei Duetti per due violini, vol. 1 (1979-83) di Luciano Berio.
Immerso in un’atmosfera scarna e austera, il balletto offre una rappresentazione minuziosa e musicale di estrapolazioni apparentemente infinite da tecniche classiche, liberando i ballerini dalle  logiche convenzionali. Come innumerevoli conversazioni possibili, il cuore della rappresentazione è una successione di splendidi duetti: da un incontro bellicoso che prende forma all’apertura tra due uomini che s’inseguono in cerchio con affilato atletismo a un tenero passo a due in cui la donna viene sollevata in arabesque con lenta, scultorea inevitabilità. Questi confronti, incorniciati ed emergenti da insiemi più ampi, sono impersonali, ma al tempo stesso appassionati, un incontro di potenzialità fisiche, movimenti che nascono come da uno squarcio nell’aria. I ballerini si fondono e affiorano dal nero del fondo muovendosi in gruppo con caleidoscopica certezza, quasi fossero il frutto della mente creativa di un uomo senza nome che, seduto con le spalle al pubblico, dispone assorto i piccoli oggetti proiettati su uno schermo sospeso.
(Roslyn Sulcas)

Prima rappresentazione assoluta
16 ottobre 1998, Frankfurt Ballet