Aterballetto

Fondazione Nazionale della Danza

Staff

Giovanni Ottolini :: direttore generale

Ha mosso i suoi primi passi in ambito professionale nel teatro di prosa.
Si è formato come organizzatore musicale partecipando alle prime edizioni di Musica/Realtà collaborando con grandi personalità quali Abbado, Pollini, Nono, Accardo, Quartetto Italiano.
La sua prima esperienza direttiva è a metà degli anni ’70 con l’incarico di direttore del Teatro Asioli di Correggio, che propone stagioni di concerti, prosa e lirica.
Negli anni ’80 ha responsabilità produttive nell’ambito delle stagioni liriche dei Teatri di Reggio Emilia, in occasione di importanti realizzazioni firmate da P.L. Pizzi in co-produzione con il Thèâtre du Châtelet di Parigi.
Nella seconda metà degli anni ’80 progetta e dirige i Festival Internazionali di Danza, con monografie dedicate all’Italia, alla Spagna, a Forsythe, Kylian, Mats Ek, Neumeier e altri, che fanno dei Teatri di Reggio Emilia un punto di riferimento internazionale.
Nel 1991 partecipa alla costituzione del Centro Regionale della Danza di cui entra a far parte la Compagnia Aterballetto.
Ha fatto parte di giurie internazionali di danza, tra cui quella del Concorso Bagnolet del 1992 presieduta da Merce Cunningham.
Nel 1994 partecipa alla nascita del Festival Di Nuovo Musica che realizza importanti progetti con la Jugend Mahler Orchestra e con l’Orchestra del Bicentenario del Tricolore dirette dal M° Claudio Abbado.
Questo Festival si è caratterizzato anche per le importanti commissioni a Mauro Bigonzetti e all’Aterballetto, su musiche di Gentilucci, Cage, Xenakis, come era avvenuto in precedenza con il Balletto di Toscana su musiche di Lachenmann.
Dal 1997 riprende a programmare le stagioni di danza de I Teatri e nel 2001 assume la direzione del Reggio Emilia Danza.
Dal 2002 al 2008 è direttore della sezione Danza del Reggio Parma Festival.
Dal 2002 al 2007 rappresenta il Comune di Reggio Emilia nel C.d.A della Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto. Nel giugno 2008 ne assume la Direzione Generale.

email: g.ottolini@aterballetto.it

Cristina Bozzolini :: direttore artistico

Nata a Firenze nel 1943, ha iniziato giovanissima lo studio della danza, perfezionandosi con Daria Collin, prestigiosa insegnante olandese, cui si deve la formazione della prima qualificata generazione di danzatori professionisti a Firenze.
Negli anni '60 ha affinato la propria preparazione presso gli Studi Wacher di Parigi ed alla Scuola Internazionale di Cannes. All'età di sedici anni ha iniziato un'intensa attività professionale presso i maggiori teatri italiani, entrando successivamente nel Corpo di Ballo del Maggio Musicale Fiorentino, dove fin dall’inizio interpreta ruoli di solista e dal 1971 è prima ballerina stabile.
Dalla metà degli anni ‘70, stabilisce con il M° Eugène Polyakov, Direttore del Corpo di Ballo, un lungo rapporto di intensa collaborazione e solidarietà artistica.
Nel 1969 ha partecipato al Festival di Spoleto, ai famosi Gala del Teatrino delle Sei, organizzati da Alberto Testa ed ha ricevuto il Premio Positano per la danza.
Nella sua carriera di prima ballerina ha interpretato importanti ruoli del repertorio classico e moderno, danzando spesso a fianco di famosi interpreti quali Nureyev, Barishnikov, Godunov, Bortoluzzi, Vassiliev, Russillo ed Amodio.
Intensemente impegnata anche sul piano organizzativo e nella politica culturale della sua città, ha fondato nel 1970, con qualificati operatori culturali fiorentini, il Centro Studi Danza, oggi Scuola del Balletto di Toscana, dedicandosi alla promozione di un rinnovamento della didattica della danza, sostenendone un nuovo rilievo sul piano sociale e culturale.
Nel 1975, ha costituito il Collettivo Danza Contemporanea di Firenze, incrementandone, in dieci anni di attività, tanto la produttività quanto il livello qualitativo, con la partecipazione di un qualificato gruppo di colleghi danzatori dello stesso Corpo di Ballo del Maggio Musicale Fiorentino ed avvalendosi della collaborazione, da allora in poi costante ed impegnata, di Riccardo Donnini, suo compagno di vita e di lavoro.
Nel 1983, quarantenne, ha lasciato il Teatro Comunale di Firenze e si è dedicata con maggiore intensità all'insegnamento ed alla coreografia.
Dopo dieci anni di importanti esperienze con il Collettivo, nel 1985, ha fondato il Balletto di Toscana, di cui ha sempre curato la direzione artistica.
Per l'immediato, crescente successo di questa nuova formazione, di alto valore professionale, nel maggio 1987 ha ottenuto il Premio Tersicore della Accademia Internazionale delle Muse, nuovamente il Premio Positano per la Danza e, sia nel 1989 che nel 1993, il Premio Danza & Danza, assegnato dall’omonima rivista specializzata.
Dal 1985 a tutto il 2000, Cristina Bozzolini ha costruito per il BdT un organico di danzatori solisti ai massimi livelli di capacità tecniche ed espressive, con un repertorio di alto profilo internazionale, con coreografie di Hans Van Manen, Nils Christe, Ed Wubbe, Cristopher Bruce, Angelin Preljocaj, Cesc Gelabert insieme alle creazioni dei migliori talenti della nuova generazione di Autori italiani, tra i quali Fabrizio Monteverde, Mauro Bigonzetti, Virgilio Sieni, Eugenio Scigliano.
Con tale spessore di produzione artistica il BdT si è presentato sui più prestigiosi palcoscenici italiani ed in numerose tournèe in Europa e nel mondo, conquistandosi una fama internazionale.
Conclusasi l’esperienza del BdT ed attivata una procedura di fusione con la storica Compagnia romana, dalla primavera del 2002 ha assunto la co-direzione artistica del Balletto di Roma, rapidamente qualificandone il nuovo organico di giovani danzatori di talento, ai vertici di valore in campo nazionale. Unitariamente a tale incarico, ha comunque mantenuto il suo impegno nella direzione e nella cura della Scuola del Balletto di Toscana a Firenze, prestigioso centro di formazione professionale di rilievo nazionale, dotandolo anche di una qualificata attività di produzione e di tirocinio professionale con la Compagnia giovanile ‘Junior Balletto di Toscana’, che dopo soli tre anni di programmazione in importanti Teatri e Festival italiani, è apprezzata e considerata da critica e pubblico il nuovo ‘fiore all’occhiello’ della danza italiana.
Data la sua vasta esperienza d’insegnamento e le sue competenze di alta specializzazione nella didattica della danza, viene invitata costantemente da molteplici Direzioni di Scuole di danza, in rapporto anche con la Federazione Nazionale delle Scuole di Danza dell’AGIS, a condurre corsi e stage di aggiornamento e perfezionamento per insegnanti in numerose regioni italiane.
Questo livello di esperienza e competenza ha determinato il conferimento dell’incarico di Direzione didattica dei nuovi programmi di iniziativa di alta formazione professionale attivati per il 2008 dalla Fondazione Nazionale della Danza/ Aterballetto. Nel febbraio 2008 assume la direzione artistica della Compagnia Aterballetto.

Noemi Arcangeli :: danzatore

Nata a Roma nel 1986, si diploma presso la scuola del Teatro dell' Opera di Roma a diciassette anni; l'anno successivo riceve dal sovrintendente del teatro stesso il diploma di perfezionamento.
Nel 2005 lavora presso il Teatro Massimo di Palermo danzando nello "Schiaccianoci" di Amedeo Amodio.
Nel 2006 entra a far parte della compagnia del Balletto di Roma, sotto la direzione artistica di Cristina Bozzolini, interpretando come solista coreografie di Fabrizio Monteverde, Mauro Bigonzetti, Milena Zullo.
Nel 2007 viene chiamata ospite, come prima ballerina, per il balletto "Romeo e Giulietta" di Amedeo Amodio presso il teatro Arena di Verona. Nel 2008 lavora al Teatro dell'Opera di Roma, diretto da Carla Fracci, interpretando ruoli da solista nel "Lago dei Cigni", "La bella addormentata", "Giselle".
Dal settembre 2010 entra a far parte di "Aterballetto".

Saul Daniele Ardillo :: danzatore

Nato a Carbonara (Bari) nel 1988, inizia i suoi studi di danza all'età di 13 anni. Vince nel 2002 il primo premio al concorso Bari Danza e l'anno successivo ottiene la borsa di studio presso la scuola del Balletto di Toscana di Firenze diretta da Cristina Bozzolini. Entra nell'anno 2004 a far parte della Formazione Professionale della compagnia giovanile del Junior Balletto di Toscana dove danza in coreografie di F. Monteverde, E. Scigliano, A. Colandrea, A. Benedetti, M. Astolfi. Dal settembre 2007 entra a far parte della Compagnia Aterballetto. Per la Compagnia crea: nel 2010 “Esclusa in casa mia” e nel 2011 “sussURLANDOmi”, che vince il Premio Siae del Festival di Spoleto; nel 2012 “Attendere prego” e nel 2014 “Games”.

Damiano Artale :: danzatore

Nato a Siracusa nel 1987. All’età di sedici anni è ammesso alla “Scuola di Ballo dell’Accademia d’Arti e Mestieri dello Spettacolo Teatro Alla Scala” e si diploma nel 2007. Nella stagione 2007/08 danza nel Ballet de l’Opéra National du Rhin a Mulhouse (Francia), in creazioni di W. Forsythe, M. Bejart, J. Godani, L. Childs. Nel 2008 vince il premio Danza&Danza come miglior talento italiano. Dal 2008 al 2013 è danzatore al Ballet du Grand Theatre de Geneve (Svizzera) dove danza anche in coreografie di A. Foniadakis, E. Gat, F. Ventriglia, S. Teshigawara, B. Millepied, J.-C. Maillot. Dal settembre 2013 entra a far parte di Aterballetto.

Hektor Budlla :: danzatore

Nato a Tirana (Albania) nel 1982, si diploma con il massimo dei voti al Liceo Artistico Coreografico della sua città nel 2001. Vince il Primo Premio al Concorso Dance Meeting con il passo a due da Schiaccianoci. Frequenta il corso di perfezionamento presso il Centro della Danza-Aterballetto allora diretto da Mauro Bigonzetti. Dal 2002 fino al 2008 danza nel Balletto di Roma dove ricopre ruoli da primo ballerino in coreografie di Monteverde, Zullo e Bigonzetti. Nel 2005 partecipa all’evento “La Notte Bianca” in Campidoglio a Roma ricoprendo il ruolo di Mercuzio in un estratto da Romeo e Giulietta di Amedeo Amodio al fianco di Roberto Bolle ed Alessandra Ferri. Sempre nel 2005 balla, come primo ballerino, al Teatro Massimo di Palermo nello Schiaccianoci di Amodio. Nel 2007 è invitato, in qualità di primo ballerino, al Teatro di Verona per il Romeo e Giulietta di Amedeo Amodio. Entra in Aterballetto nell’agosto 2008. Nel 2014 crea per Aterballetto "Revolution".

Alessandro Calvani :: danzatore

Nato a Roma nel 1984, si diploma presso la scuola del Teatro dell’Opera di Roma. Subito dopo inizia a lavorare presso il balletto di Roma ballando in coreografie di M. Bigonzetti, F. Monteverde, L. Cannito, M. Piazza. Nel giugno 2005 lavora per il Teatro Regio di Parma in una coreografia di A. Amodio all’interno di Aida. Nel novembre e dicembre 2005 lavora presso il Teatro Massimo di Palermo per la produzione “Schiaccianoci” di Amedeo Amodio. Dall’agosto 2009 entra nell’Aterballetto. 

Martina Forioso :: danzatore

Nata a Torino nel 1984. Dal 2000 al 2002 frequenta l'English National Ballet School grazie ad una borsa di studio. Nel 2003 entra allo Scottish Ballet come Artist per poi essere promossa a Coryphee nel 2006 e solista nel 2009. In compagnia ha ballato numerosi ruoli principali tra cui Sugar Plum (Schiaccianoci), Cenerentola (Cenerentola), Aurora (La Bella Addormentata) e Alice (Alice) di A.Page, Terpsichore (Apollo) di G.Balanchine , Artifact Suite di W.Forsythe. Nel 2009 il coreografo Britannico Richard Alston ha coreografato su di lei il ruolo principale di Carmen nella produzione creata appositamente per lo Scottish Ballet e proprio per quest'ultimo nel 2009 è stata nominata per Outstanding Female Performance categoria Classica dai Critics' Circle National Awards. Dal settembre 2011 entra nell’Aterballetto.

Philippe Kratz :: danzatore

Nato a Leverkusen (Germania) nel 1985, dopo prime esperienze sul palco per il progetto di teatrodanza "Bühnenkunst" (direzione Suheyla Ferwer), nel 2002 inizia a studiare danza classica e contemporanea alla École supérieure de danse du Québec, Montréal, sotto la direzione di Didier Chirpaz. Da quell’anno prosegue gli studi alla Scuola Statale di Balletto di Berlino, sotto la direzione di Gregor Seyffert con insegnati quali Harry Müller, Udo Kersten e Tamar Ben-Ami, dove ottiene il diploma di maturità e il diploma di ballerino professionista ballando in lavori di Robert North, Marguerite Donlon ecc..
Dal 2006 al 2008 danza come solista per il Ballett Dortmund sotto la direzione di Xin Pen Wang, interpretando coreografie oltre che di Xin Pen Wang, di George Balanchine e Mauro Bigonzetti.
Dall’agosto 2008 entra a far parte di Aterballetto. Per la compagnia crea "Lettres d'amour" (2012), „SPRING“ (2013) e „SENTieri“ (2014).

 

Ina Lesnakowski :: danzatore

Nata a Gladbeck (Germania) nel 1987. Dal 1994 al 2004 studia presso la Ballettschule Adele Zurhausen e dal 2004 al 2007 presso la State Ballet School di Berlino. Subito dopo entra nella compagnia del Theater Dortmund e dalla stagione successiva (dal 2008) danza a Tolosa (Francia) nel Ballet du Capitole, dove interpreta coreografie, tra gli altri, di J. Kylian, J. Inger, N. Duato, M. Bigonzetti, J. Godani, J. Limon. Dal settembre 2013 entra nell’Aterballetto.

Valerio Longo :: danzatore

Nato a Roma nel 1976, si diploma al Liceo Coreutico di Torino. Durante i cinque anni di studio partecipa ad alcune produzioni della Compagnia del Teatro Nuovo di Torino debuttando ne “Il tango delle ore piccole” di Robert North. Studia in seguito con Robert Strayner, Luc Buy, Irina Rosca, George Bodnarciuk. Nel 1992 partecipa, vincendolo, al concorso “Giovani talenti” di Chiavari e al Concorso “Città di Rieti” (3° posto). Nel 1996 vince il concorso “Vignale Danza”. Nel ’98 lavora come solista nella compagnia Danza Prospettiva di Vittorio Biagi e successivamente entra a far parte del Balletto di Toscana e dall’autunno 2001 in Aterballetto. Nel 2004 crea assieme a Adrien Boissonnet e Beatrice Mille “Il corpo che narra. Trasformazioni”. Nel 2005 è autore di “Pororoca” e nel 2006 di “Saminas”, entrambe per Aterballetto. Nel 2008 ha creato “Hasmu” per lo Scapino Ballet. Torna a creare per l’Aterballetto nel 2010 “Minima sospensione”,  nel 2011 “Indomato effetto”, nel 2012 “Short Rock”, nel 2013 “White Night” e nel 2014 “Nude Anime”.

Grace Lyell :: danzatore

Nata a Londra nel 1996, Studia danza classica e contemporanea al Corservatoire National de Toulouse e all’ Ecole Supérieure de Danse de Cannes-Rossella Hightower, dove si diploma nel 2014. Dal 2011 al 2014 fa parte de La Companyia Juvenil de Ballet de Catalunya con cui danza produzioni del repertorio classico, come Schiaccianoci e Giselle, e coreografie di Jiri Kylian e Roger Jeffrey. Dall’agosto 2014 è la più giovane danzatrice del Nederlands Dans Theater 2. Qui Grace danza creazioni di Johan Inger, Jiri Pokorny, Idan Sharabi, Paul Lightfoot e Sol Léon. A settembre 2016 entra in Aterballetto.

Ivana Mastroviti :: danzatore

Nata a Terlizzi (BA) nel 1988, dove inizia gli studi di danza classica presso la scuola di Anna Damiani. Nel 2001 entra a far parte della compagnia “Puglia Danza” di Orazio Caiti. Nel 2002 vince una borsa di studio presso l’“English National Ballet”. Nel 2005 entra a far parte del Junior Balletto di Toscana. Dall’agosto 2009 entra nell’Aterballetto.

Riccardo Occhilupo :: danzatore

Nato a Maglie (LE) nel 1987, studia a Lecce presso la scuola “Danza e Ricerca”. Dal 2006 al 2009 frequenta il Corso di formazione Professionale in danza classica e contemporanea alla Scuola del Balletto di Toscana. Durante gli studi, danza nel Junior Balletto di Toscana in coreografie, tra gli altri, di M. Bigonzetti, E. Scigliano, C. Rizzo, F. Monteverde, M. Merola. Negli anni dal 2008 al 2010 prende parte alle produzioni estive della Daniele Cipriani Entertainment. Dal 2010 al 2012 danza come solista nel Balletto di Roma. Dal settembre 2013 entra nell’Aterballetto.

Giulio Pighini :: danzatore

Nato a Massa Marittima (GR) nel 1988, inizia danza all'età di nove anni presso il Centro Studi Danza di Follonica. Nel luglio 2004 vince il primo premio come solista alla rassegna di danza Città di Grosseto. Partecipa nella stessa estate allo stage School Off Jazz a Nizza con insegnanti quali: G. Loringet, P. Valero, L. Kamò. Nell'agosto 2004 entra nella scuola del Teatro alla Scala di Milano. Nel settembre 2005 vince la borsa di studio presso la scuola del Balletto di Toscana a Firenze, diretta da Cristina Bozzolini, ed entra a far parte della compagnia giovanile Balletto di Toscana Junior. Dal settembre 2007 entra a far parte nella Compagnia Aterballetto.

Roberto Tedesco :: danzatore

Nato a Paola (CS) nel 1992. Inizia gli studi di danza nel 2003 presso la Scuola di Danza Koreos. Dopo alcuni anni inizia a studiare anche danza classica e per l’anno-accademico 2008-09 è borsista presso la Scuola di danza New World Ballet School di Bruno Verzino a Cosenza e danza nella compagnia Balletto di Calabria Dance Company. Nel 2009 partecipa all'audizione della Scuola del Balletto di Toscana e ottiene la borsa di studio entrando anche a far parte della Compagnia giovanile Junior BdT danzando coreografie di M. Bigonzetti, F. Nappa, A. Bigonzetti, E. Scigliano, M. Merola, C. Rizzo, F. Monteverde, A. Benedetti.
Nel febbraio 2011 lavora presso la compagnia del Maggio Musicale Fiorentino, danzando una coreografia di A. Foniadakis. Dal settembre 2011 entra a far parte della compagnia Aterballetto. Nel luglio del 2014 crea la sua prima coreografia per Aterballetto "Prendimi per mano".

Lucia Vergnano :: danzatore

Nata a Moncalieri (TO) nel 1983, frequenta i corsi di danza classica presso la Scuola Nuovo Steps. A Torino studia presso l’Accademia del Teatro Nuovo con maestri della scuola cubana. Per due anni consecutivi ottiene una borsa di studio professionale presso la Scuola del Balletto di Toscana, diretta da Cristina Bozzolini, dove partecipa alla produzione della Compagnia Junior BdT/Opus Ballet nel programma del Festival Fabbrica Europa. Nel 2002 entra a far parte della compagnia Balletto di Roma interpretando, come solista, coreografie di Monteverde, Zullo e Bigonzetti e dove rimane fino al 2008. Nel 2003 viene chiamata come solista per danzare Romeo e Giulietta di Amedeo Amodio al Teatro Massimo di Palermo e nel dicembre 2005, nello stesso teatro, balla da solista ne Lo Schiaccianoci, ancora una volta coreografia di Amodio. Entra nell’Aterballetto nell’agosto 2008.

Serena Vinzio :: danzatore

Nata a Borgosesia (VC) nel 1988 ha iniziato gli studi nella sua città per continuarli al Balletto di Milano ed in seguito alla Scuola del Balletto di Toscana di Firenze.
Si esibisce con la Compagnia del Balletto di Toscana Junior. Ha danzato in coreografie di F.Monteverde, E. Scigliano, F. Nappa, E. Buratti ed A. Benedetti. Dal 2011 è ballerina dell'Aterballetto.

Chiara Viscido :: danzatore

Nata a Eboli (Salerno) nel 1991, inizia gli studi di danza presso la scuola Abracadabra. Nel 2007 vince una borsa di studio presso la Scuola del Balletto di Toscana, diretta da Cristina Bozzolini.
Nel 2009 entra a far parte della compagnia Junior Balletto di Toscana, diretto sempre da C. Bozzolini, danzando coreografie di F. Monteverde, E. Scigliano, E. Buratti, A. Benedetti, M. Merola e F. Nappa.
Nell’anno 2011/2012 danza nel Balletto di Roma.
Dal settembre 2012 entra a far parte dell’Aterballetto.

Sveva Berti :: maître de ballet e maestro ripetitore

Nata a Firenze nel 1964, ha completato l’intero piano di studi di danza classica sotto la guida di Barbara Baer al Centro Studi Danza di Firenze diretto da Cristina Bozzolini. Nel 1982 entra nel Corpo di Ballo del Comunale di Firenze diretto da Eugène Polyakov dove ha lavorato per due stagioni. Entra in seguito a far parte dell’Aterballetto diretto da Amedeo Amodio dove in nove anni di attività ha danzato importanti ruoli nelle coreografie di Glen Tetley, William Forsythe, Alvin Ailey, George Balanchine e dello stesso Amodio. Nel 1993 entra nel Balletto di Toscana diretto da Cristina Bozzolini dove prende parte alle coreografie di Mauro Bigonzetti, Fabrizio Monteverde, Cesc Gelabert, Angelin Preljocaj. Ritorna in Aterballetto nel 1998 dove, oltre al repertorio di Mauro Bigonzetti, Direttore artistico della Compagnia, ha danzato in coreografie di J. Kylian e I. Galili. Nel 2004 inizia la collaborazione come assistente alle coreografie di Mauro Bigonzetti, curandone il riallestimento presso importanti teatri e compagnie italiane e straniere: Teatro San Carlo di Napoli, Teatro alla Scala di Milano, Ballet du Capitole de Toulouse, Royal Swedish Ballet, Dortmunt Ballett, Companhia Nacional de Bailado, Zürcher Ballett, Les Grands Ballets Canadiens, Ballett Basel, Pennsylvania Ballett, Leipzig Ballett. Dal settembre 2012 è Maître de Ballet e Maestro Ripetitore per Aterballetto.

Giuseppe Calanni :: maître de ballet e maestro ripetitore

Nato a Castellammare di Stabia nel 1961. Inizia gli studi a Brindisi presso il Centro Danza Tersicore di A. Di Lecce e si perfeziona all’Accademia “Princesse Grace” di Montecarlo, diretta da Marika Besobrasova. Nel 1983 vince una borsa di studio per il I° Corso di Perfezionamento al Teatro “R. Valli” di Reggio Emilia, entrando subito dopo a far parte della Compagnia Aterballetto, diretta da Amedeo Amodio, dove danza coreografie di Amodio, Tetley, Tudor, Balanchine, Forsythe, Childs, Ailey, Kylian, Bejart, per alcuni dei quali assume anche il ruolo di assistente alla coreografia. In questa veste inoltre riallestisce alcuni lavori di Amodio per il Teatro Filarmonico di Verona, il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro dell’Opera di Roma. Nel 1997 Mauro Bigonzetti, nuovo Direttore della compagnia, lo riconferma sia come danzatore che come assistente alla coreografia e gli affida la ripresa del suo Songs per il Ballet National de Marseille di Roland Petit. Dal settembre 2002 ricopre il ruolo di Assistente del Direttore Artistico.

 

g.calanni@aterballetto.it

Gabriela Astileanu :: pianista e assistente musicale

Laureata in musica, con specialità in composizione e pianoforte, presso il Conservatorio Ciprian Porumbescu di Bucarest (Romania) nel 1978. Ha insegnato per un paio di anni Storia della Musica presso la Scuola Popolare d’Arte di Bucarest. Dal 1983 inizia a lavorare nel mondo della danza, in particolare presso l’Opera di Bucarest. Dal 1984 si trasferisce a Dresda (Germania) alla Semperoper come pianista e assistente musicale.
Dal 1989 si trasferisce in Italia per lavorare presso il Balletto di Toscana e, in seguito, presso la Scuola del Balletto di Toscana, seguendo anche vari stage di danza in Italia.
Dall’aprile 2012 è pianista e assistente musicale per Aterballetto.

Michele Di Stefano :: coreografi ospiti

Milano – Italia, 1963. Dopo la laurea in letteratura tedesca, intraprende una attività autodidatta di studio e ricerca sul movimento, che lo porta a fondare alla fine degli anni ‘90 il gruppo mk, per il quale è coreografo e performer. Il gruppo è da subito invitato nei più importanti festival della nuova scena in Italia e all’estero con date in Giappone, Gran Bretagna, Germania, Indonesia, Stati Uniti, Spagna, Portogallo etc, e una presenza costante sul territorio nazionale.
Tra le produzioni recenti: Instruction series (in collaborazione con Xing), Il giro del mondo in 80 giorni (con due danzatori della William Forsythe Company e diversi artisti italiani), Quattro danze coloniali viste da vicino e Grand Tour, Impressions d’Afrique (presentato anche alla Biennale Danza 2013), Robinson (in collaborazione con l’artista visivo Luca Trevisani, su musiche di Lorenzo Bianchi Hoesch, è presentato con quattro allestimenti diversi anche al Museion di Bolzano). Riallestisce Giuda, progetto commissionato da Antonio Latella e riproposto a Berlino all’ICI/Institute for Cultural Inquiry nel ciclo di performance “Anatopies for a Critique of Spatial Reason”.
Il Festival Internazionale di Santarcangelo 2014 invita i coreografi Michele Di Stefano, Cristina Rizzo e Fabrizio Favale ad articolare con un progetto speciale la programmazione di danza del festival.
Alla circuitazione degli spettacoli si affianca una intensa attività di conferenze, laboratori e proposte sperimentali, tra le quali Clima (in collaborazione con Teatro di Roma e Santarcangelo dei Teatri - performance realizzata con la partecipazione del pubblico), le Accademie Eventuali a Bologna con Margherita Morgantin (Museo Storico della Città di Bologna, Fondazione FURLA e Carisbo), Reform club per la Scuola Paolo Grassi di Milano (presentata alla Biennale Danza 2011), fra i tanti.
Nel 2014 crea “Line Rangers” per la Korea National Contemporary Dance Company e “Upper-East-Side” per Aterballetto.
Nel 2000 Michele Di Stefano riceve il premio Danza&Danza per il contemporaneo.
Nel 2014 riceve il Leone d’Argento per la Danza.

Andonis Foniadakis :: coreografi ospiti

Andonis Foniadakis è cresciuto a Ierapetra, città sulla costa meridionale dell’isola di Creta, Grecia. Ha iniziato a studiare danza con Niki Papadaki presso la scuola di danza della sua città natale. Dal 1990 al 1992 studia alla State Dance School di Atene e prima di diplomarsi ha ricevuto la prestigiosa borsa di studio Maria Callas per continuare i suoi studi presso il Rudra Bejart Lausanne, in Svizzera, fino al 1994.

Come danzatore Andonis ha collaborato con:
Bejart Ballet Lausanne (1994-1996) sotto la direzione di Maurice Bejart.
Lyon Opera Ballet (1996-2002) sotto la direzione di Yorgos Loukos.
Saburo Teshi-gawara / Karas Co. (2004) sotto la direzione di Saburo Teshigawara.

Durante questi anni con le compagnie citate sopra ha danzato coreografie di:
Maguy Marin, Jiri Kilian, William Forsythe, Dominique Boivin, Nacho Duato, Mats Ek, Maurice Bejart, Ohad Naharin, Frederic Flamand, Bill T Jones, Herve Robbe, Tero Saarinen, Lionel Hoche, Joachim Schlomer, John Jasperse, Saburo Teshigawara etc.

Come coreografo freelance ha collaborato con:
Sydney Dance Company, CCN Ballet de Lorraine, Martha Graham Dance Company, Cedar Lake Contemporary Ballet, Geneva Ballet, Lyon Opera Ballet, Ballet Jazz de Montreal, Bern Ballet, Ballet du Rhin, Maggio Danza, National Dance Company of Wales, Dansgroep Amsterdam, Cia Sociedade Masculina Brazil, Bale da Cidade of Sao Paulo Brazil, Helsinki Dance Company Finland, National Ballet of Greece, National Theater of Northern Greece, Benjamin Millepied Dance Company USA, Washington Ballet, Bejart Ballet Lausanne, Ballet Junior Geneva, Hellenic Dance Company, CNSMD Lyon, Copenhagen International Dance

Foniadakis ha coreografato per tre opere liriche:
Theatre de Champs Elysees Paris- Castor et Pollux by Rameau
Opera National du Rhin – Les boreades by Rameau
GRAME Lyon – Il canto de la pelle by Claudio Ambrosini

Nel 2014 lavora con il regista Daren Aronosfky per il suo nuovo film NOAH in qualità di moving coordinator. Inoltre nel 2012 ha ricevuto il premio Danza&Danza come “Miglior Coreografo 2012” in Italia, per la creazione Les Noces con Maggio Danza.

Oltre a creare e a danzare, Andonis tiene seminari sul suo personale stile coreografico. Insegna alla State Dance School of Greece, DAN.C.CE studios e Baile de Barrio ad Atene, DOCK11 a Berlino, CND e CNSMD a Lione, Dansgroep Amsterdam, Henny Jurriens Studio Amsterdam, Kuopio Dance Festival, CCN Lorraine, Martha Graham Dance Studios, Broadway Dance Center.

Nel 2003, Foniadakis fonda la sua compagnia Apotosoma a Lione, in Francia e da allora fa tournée in Francia, Grecia, Italia, Finlandia, Lussemburgo, Germania, Inghilterra e Stati Uniti.

Ad oggi ha presentato cinque coreografie a serata intera con la sua compagnia:
Sensitive Screens Skins Intervals
USE
Rite of Spring
All Things Are Quite Silent
Romeo and Juliet
Wisteria Maiden

Johan Inger :: coreografi ospiti

Lo svedese Johan Inger (Stoccolma, 1967) ha ricevuto la sua formazione di danza presso la Royal Swedish Ballet School e presso la National Ballet School in Canada. Dal 1985 al 1990 ha danzato con lo Swedish Royal Ballet di Stoccolma. Nel 1990 entra a far parte del Nederlands Dans Theater I dove si distingue come ballerino e dove rimane fino al 2002.
Nel 1995 realizza la sua prima coreografia, Mellantid, per il Nederlands Dans Theater II che ottiene un immediato successo all’Holland Dance Festival e gli vale il Philip Morris Finest Selection Award l’anno seguente. La stessa coreografia riceve una nomination come Migliore Nuova Produzione al Laurence Olivier Award.
Da allora Johan Inger ha realizzato diverse coreografie per il Nederlands Dans Theater tra le quali Sammanfall, Couple of Moments, Round Corner. Le coreografie Dream Play e Walking Mad hanno ricevuto il Lucas Hoving Production Award nel 2001 e la versione del Cullberg Ballet di Walking Mad ha ottenuto il premio Danza & Danza 2005. Il coreografo è stato inoltre nominato dalla Commissione Danza del VSCD per il Golden Theatre Dance Prize 2000 ed ha ricevuto il Premio al Merito 2002 dello Stichting Dansersfonds ’79.
Nel 2003 Johan Inger ha lasciato il Nederlands Dans Theater per assumere la direzione del Cullberg Ballet. Durante la sua direzione, Inger ha creato tra le altre Home and Home, Phases, In Two, Within Now, As if, Negro con Flores, Blanco e nel 2007, in occasione del 40° anniversario della Compagnia, Point of eclipse. Dal 2008 il coreografo svedese ha lasciato la direzione e si dedica esclusivamente alla creazione coreografica. Nel 2009 crea, ancora per il Cullberg Ballet, Position of Elsewhere e nello stesso anno diventa coreografo associato del Nederlands Dans Theater per cui realizza Dissolve in this, nel 2009, Tone Bone Kone nel 2010 e I new Then nel 2012.

Jiří Kylián :: coreografi ospiti

Jiří Kylián è nato nel 1947 in Repubblica Ceca (ex Cecoslovacchia). Ha iniziato la sua carriera nella danza all'età di 9 anni, alla Scuola di Balletto internazionale di Praga. Nel 1962 è stato ammesso al conservatorio di Praga. Ha vinto una borsa di studio alla Royal Ballet School di Londra nel 1967 e subito ha debuttato come coreografo. Nel 1975 è diventato direttore artistico del Nederlands Dans Theater. Nel 1978 ha fondato con Carel Birnie il Nederlands Dans Theater II e nel 1991 la Nederlands Dans Theater III, la compagnia per ballerini sopra i 40 anni. Ha creato più di cento opere, molte delle quali rappresentate nel mondo, anche per lo Stuttgart Ballet, l'Opera di Parigi e il Tokyo Ballet. Nel 2006, insieme a Boris Paval Conen, ha creato il film Car-men. Nel 2013, con NTR, ha creato il film Between Entrance & Exit, nominato per il Gouden Kalf del Dutch Film Festival. Per l'Aichi Triennalle di Nagoya (Giappone) ha creato l'opera di videodanza East Shadow. Kylián ha ricevuto molti premi internazionali, inclusi: “Officer of the Orange Order” in Olanda, “Honorary Doctorate” dalla Julliard School di New York, “Nilinsky Awards” a Montecarlo per miglior coreografo, compagnia e opera, “Benoit de la Dance” a Mosca e Berlino, la Medaglia dell'Order of Orange direttamente dalla regina Beatrice dei Paesi Bassi. Nel 2011 ha ricevuto il premio alla Carriera nel campo della danza e del teatro dal Ministro Ceco della Cultura a Praga.
Per Aterballetto nel 2001 ha rimontato Heart’s Labyrinth  e nel novembre 2015  il passo a due 14’20’’.

Jiří Pokorny :: coreografi ospiti

Jiri Pokorny è nato a Praga, Repubblica Ceca nel 1981. Ha iniziato a studiare danza presso l’accademia dell’Opera di Stato all’età di otto anni, per poi continuare I suoi studi al Prague National Dance Conservatory. Dopo il diploma Jiri danza nel Laterna Magika a Praga, tre anni dopo si unisce al NDT2 a L’Aia e continua la sua carriera con NDT1. Ha lavorato con molti noti coreografi come Jiri Kylian, Mats Ek, Ohad Naharin, Paul Lightfoot e Sol Leon, Crystal Pite e molti altri. Dopo NDT Jiri ha danzato nel  KiddPivot Frankfurt sotto la direzione della coreografa canadese Crystal Pite dove ha concluso la sua carriera come danzatore. Jiri si è esibito in vari teatri nel mondo, come Paris Opera, Sadler’s Wells London, Teatro Real Madrid, Teatro Liceu Barcelona, Joyce Theatre New York e molti altri.
Come coreografo Jiri ha iniziato a creare suoi brevi lavori al ‘Switch’ – da danzatore a coreografo, laboratorio coreografico annual dell’NDT1 e da lì crea nuovi lavori continuamente. Le sue coreografie più importanti sono per NDT’s Summer Intensive, da lì per NDT2 Up & Coming programs al Korzo Theatre a L’Aia e la principale produzione dell’NDT2  sul palcoscenico del Lucent Dans Theater. Per il suo riconoscimento internazionale Jiri ha collaborato con compagnie in Italia, Germania, Ungheria, Repubblica Ceca e Stati Uniti.

Cristina Rizzo :: coreografi ospiti

Cristina Rizzo, coreografa e danzatrice, è attiva sulla scena della danza contemporanea italiana a partire dai primi anni 90. Vive a Firenze, si è formata a New York alla Martha Graham School of Contemporary Dance, ha frequentato gli studi di Merce Cunningham e Trisha Brown. Rientrata in Italia ha collaborato con diverse realtà artistiche tra cui il Teatro Valdoca, Roberto Castello, Stoa/Claudia Castellucci, Mk, Virgilio Sieni Danza, Santasangre. É tra i fondatori di Kinkaleri, compagnia con la quale ha collaborato attivamente animando la scena coreografica contemporanea internazionale e ricevendo numerosi riconoscimenti. Dal 2008 ha intrapreso un percorso autonomo di produzione coreografica indirizzando la propria ricerca verso una riflessione teorica dal forte impatto dinamico tesa a rigenerare l’atto di creazione stesso e ad aprire riflessioni sul tempo presente. Rappresenta attualmente una delle principali realtà coreografiche italiane ed è ospitata nei più importanti festival della nuova scena internazionale. Svolge anche una intensa attività di conferenze, laboratori e proposte sperimentali. In qualità di coreografa ospite ha creato coreografie per i principali enti Lirici ed istituzioni teatrali italiane, tra i quali: il Teatro Comunale di Firenze – Maggio Musicale Fiorentino, il Balletto di Toscana Junior, Aterballetto.

Eugenio Scigliano :: coreografi ospiti

Nato a Cosenza nel 1968, ha iniziato i propri studi di danza con Maestri provenienti dall’Opera di Bucarest (Cecilia Covaci, Ilie Suciu,  Alecu Marin, Magdalena Popa.) in seguito si è perfezionato alla Scuola del Balletto Nazionale del Canada, a Toronto. Rientrato in Italia debutta nel Balletto di Toscana nel 1986, interpretando ruoli impegnativi in tutte le produzioni della Compagnia, divenendone elemento di spicco. Nella stagione 1992-93 lascia temporaneamente il Balletto di Toscana (BdT) per un’ intensa esperienza professionale come solista nell’English National Ballet, dove interpreta importanti ruoli nel Lago dei Cigni della Struchkova, in Romeo e Giulietta di Ashton ed in Sphinx di Tetley.
Rientrato nel BdT riprende il suo ruolo da protagonista nelle creazioni dei più apprezzati autori Italiani, quali Bigonzetti, Monteverde e Sieni, nonchè in quelle di affermati coreografi europei,  tra i quali Van Manen, Bruce, Preljocaj, Gelabert, Christie, Wubbe.
Nel ’94 ottiene il Premio Danza & Danza quale migliore danzatore italiano. Nella metà degli  anni ’90, su invito di Cristina Bozzolini, crea le sue prime coreografie.
Chiamato da Mauro Bigonzetti, nel 2001 entra nell’Aterballetto, partecipando come solista alla ripresa del repertorio della Compagnia ed alla messa in scena  delle coreografie di Bigonzetti e Forsythe; per l’Aterballetto nel 2003 crea Blue su musica di A. Pärt, rappresentato in molte occasioni in Italia e anche  in Germania, a Norimberga, nel maggio dello stesso anno.
Conclusa la sua esperienza di danzatore, nel 2004 si dedica interamente alla coreografia ed all’insegnamento come ‘freelance’. Riallestisce Noon per il Balletto di Roma, crea per la Compagnia Esperia di P. Mohovic, per il Gruppo ‘Versilia Danza’, per la Compagnia Junior Balletto di Toscana  e all’estero il titolo Cenerentola su musiche di S. Prokofiev per la Compagnia Baltic Dance Theater di Danzica.
La sua ultima produzione per Aterballetto è il balletto a serata intera Casanova, che ha debuttato a Civitanova Marche nel 2009. Nel 2014 crea per Aterballetto Don Q - Don Quixote de la Mancha.

Giuseppe Spota :: coreografi ospiti


Giuseppe Spota è nato a Bari, e ha studiato presso la Scuola del Balletto del Sud e la Scuola del Balletto di Toscana. Dal 2002 ha danzato in varie compagnie: il Balletto di Roma, il Gruppo Nuova Danza Treviso e Aterballetto sotto la direzione artistica di Mauro Bigonzetti.
Dopo aver danzato per un anno, 2009/2010, con la Gauthier Dance//Dance Company Theaterhaus Stuttgart, entra nella compagnia dell’Hessisches Staatstheater Wiesbaden (D) dal 2010/11 al 2013/14 .
Tra le altre ha danzato coreografie di Fabrizio Monteverde, Jiří Kylián, Ohad Naharin, Paul Lightfoot/Sol Leon, Stephan Thoss e Christian Spuck.
Nel 2011 ha vinto in Germania il premio THE FAUST come ‚miglior danzatore’ per la sua interpretazione nella coreografia Blaubart di Stephan Thoss.
Durante il Festival ApuliArte 2012 a Barletta Giuseppe Spota vince il Premio Internazionale ApuliArte per il suo brillante successo all’estero.


I suoi lavori:

2015 creazione per Aterballetto, Reggio Emilia

2015 MUCH/LESS creazione per la Compagnia dello Staatstheater Mainz (Germania)

2014 riallestimento de ‚La chambre noir’ di Stephan Thoss' all’Opéra National du Rhin (Francia)

2014 coreografia per l’opera ‚Carmen’ diretta da Nicola Berloffa al Theater St. Gallen (Svizzera)

2014 /TRE creazione per la compagnia dell’Hessischen Staatstheater Wiesbaden (Germania)

2014 PL/US creazione per Agora Coaching Project Reggio Emilia

2012 ABI/Tiamo creazione per la compagnia dell’Hessischen Staatstheater Wiesbaden (Germania)

2012 Branco creazione per il progetto di danza “Se gli alberi potessero parlare” presso l’Hessischen Staatstheater Wiesbaden (Germania)

2011 Principio creazione per il gala di balletto al Theater Dortmund (Germania)

2011 Un/attainable creazione per l’International Ballet Competition Hannover (Germania), che ha vinto il 2° premio ed è stata presentata anche all’Hessisches Staatstheater Wiesbaden (Germania)