Aterballetto

Fondazione Nazionale della Danza

News dalla Fondazione

9 ottobre ore 21
CORTOdANZACITTà - serata all'interno del ReggioFilmFestival
Aterballetto
in coreografie di S. D. Ardillo, A. Dule, P. Kratz, V. Longo
a seguire: incontro con il videoartista Fabrizio Plessi e proiezione dell'opera "Progetti del Mondo", un viaggio nelle città più importanti del mondo attraverso gli
occhi del grande videoartista.

Video presentazione di Alessandro Scillitani
---
Attendere prego
Coreografia di: Saul Daniele Ardillo
Musiche: Saul Daniele Ardillo, Alessandro Grisendi, Gabriela Astileanu, Antonio Bazzini.
Danzatori: Noemi Arcangeli, Angel Blanco, Hektor Budlla, Martina Forioso, Ivana Mastroviti,
Chiara Viscido, Serena Vinzio.
Durata: 12’

Giocare a fare i genitori, senza esserne all’altezza, con incoscienza ed immaturità, pensando solo a sé stessi. E chi sceglie di esserlo, pronto ad accettare incondizionatamente tutti i cambiamenti necessari tra dubbi e domande.
---
And death will be alright di Wearetresgentil 6’
---
M/Ph
Coreografia di: Alvaro Dule
Musiche: Johann Sebastian Bach (sonate per violoncello)
Danzatori: Martina Forioso e Philippe Kratz
Durata: 8’

La coreografia è un continuo  movimento che si realizza in diverse forme statuarie , che richiamano un po' il neoclassicismo di Canova.
E' un duo che si sviluppa e si estende  grazie ai duttili e bei corpi dei miei danzatori.
La musica è  tutto ciò che raccoglie il movimento, ma non vi è nessun legame o significato con il movimento eseguito .
Tutto è continuo muoversi fino a raggiungere pose classicheggianti e pure! Nient’altro di più.

---

Hurdy Gurdy di Daniel Seideneder  3’ 30”
---
White Night
Coreografie di Valerio Longo
Musiche di Miles Davis
Interpreti Ivana Mastroviti, Roberto Tedesco
Durata: 6’

Liberamente ispirato a “Le Notti Bianche” di F. Dostoevskij.
L’incontro sotto una luna che scalda i corpi come il sole scalda il giorno.

---
Na Cidade di Delia Hess 1’56”
---
Lettres d’amour
Coreografia di Philippe Kratz
Musica: Arvo Pärt, Philippe Kratz
Testi tratti da: "L'essere e il nulla" di Jean-Paul Sartre; "Lettres à Nelson Algren" di Simone de Beauvoir.
Danzatori: Johanna Hwang e Hektor Budlla.
Durata: 15’ circa

Nel 1929, a Parigi, Simone de Beauvoir e Jean-Paul Sartre fecero un giuramento che li avrebbe legati fino alla morte: si sarebbero rispettati e amati senza porsi regole di fedeltà o costrizioni.
De Beauvoir e Sartre fecero un giuramento che li avrebbe legati fino alla morte: si sarebbero amati senza porsi regole di fedeltà.
Un giuramento fino alla morte: si sarebbero amati.
Si sarebbero amati.
Amati.
Ma una relazione senza gelosia o altre preoccupazioni, senza un forte legame passionale, è un vero amore?

---
Progetti del mondo
di Fabrizio Plessi
A seguire Incontro con Fabrizio Plessi