Philippe Kratz

///Philippe Kratz
Philippe Kratz2019-06-03T17:04:25+00:00

Nato a Leverkusen (Germania) nel 1985, dopo prime esperienze sul palco per il progetto di teatrodanza “Bühnenkunst” (direzione Suheyla Ferwer), nel 2002 inizia a studiare danza classica e contemporanea alla École supérieure de danse du Québec, Montréal, sotto la direzione di Didier Chirpaz. Da quell’anno prosegue gli studi alla Scuola Statale di Balletto di Berlino, sotto la direzione di Gregor Seyffert con insegnanti quali Harry Müller, Udo Kersten e Tamar Ben-Ami, dove ottiene il diploma di maturità e il diploma di ballerino professionista ballando in lavori di Robert North, Marguerite Donlon ecc..

Dal 2006 al 2008 danza come solista per il Ballett Dortmund sotto la direzione di Xin Pen Wang, interpretando coreografie oltre che di Xin Pen Wang, di George Balanchine e Mauro Bigonzetti.

Dall’agosto 2008 entra a far parte di Aterballetto. Per la compagnia crea Lettres d’amour (2012), SPRING (2013), SENTieri (2014) e nel 2015 L’eco dell’acqua e il passo a due #hybrid.
Nel 2017 crea Phoenix e nel 2018 Purple Usurper per Arianna Kob per il progetto di danza e fotografia In/Finito.

Nel 2016 è invitato da Manuel Legris, direttore del corpo di ballo dell’Opera di Vienna, a rimontare un estratto da SENTieri per il Gala Nureyev.

Nel 2018 vince il primo premio del 32° Concorso Coreografico di Hannover, presentando il passo a due “O”.

Philippe Kratz è ‘Member of the stARTacademy of the Bayer Arts & Culture’.