Caricamento Eventi

Stanze \ Rooms

Festival Aperto
Ridotto del Teatro Municipale Valli di Reggio Emilia
Venerdì 13 novembre 2020, ore 19, ore 20.30, ore 22
Sabato 14 novembre ore 17.30, ore 19, ore 20.30

Uno spettacolo itinerante

Another story (2020) / prima rappresentazione assoluta _ versione site specific
INTER-VIEW (2019) / versione 2020
Domus Aurea (2018) / estratti
coreografia Diego Tortelli
disegno luci Carlo Cerri
allestimento e regia a cura di Diego Tortelli e Carlo Cerri
in esposizione Domus Aurea, installazione di Massimo Uberti
con i danzatori di Aterballetto

Il coreografo residente della Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto, Diego Tortelli, disegna su misura per alcune splendide sale del Teatro Valli una performance itinerante site-specific.
Un omaggio ad un luogo speciale della città di Reggio Emilia, un segnale di vitalità artistica in uno dei periodi più difficili vissuti dai cittadini e una riaffermazione dell’importanza centrale della collaborazione tra due delle maggiori istituzioni culturali italiane, I Teatri e Aterballetto.
Tortelli parte dalle suggestioni della luce e dei colori di quattro straordinarie sale del Ridotto del Valli e immagina un percorso coreografico e musicale, che riunirà il pubblico intorno all’opera Domus Aurea dell’artista visivo Massimo Uberti, scenografia per l’omonima prima creazione di Tortelli per Aterballetto, disegno luminoso di una casa ideale dentro il contesto di una Città Ideale.
Per l’occasione, Aterballetto presenterà in prima assoluta Another story, il nuovo duetto di Tortelli. Lo spunto poetico dal quale parte la sua ricerca è un gesto tanto semplice quanto ricco di sfumature complesse, emotive e sociali. L’abbraccio. Non a caso uno dei gesti perduti, durante lo scorrere insolito di questi mesi.
La serata si completa con alcuni estratti da Domus Aurea, coreografia all’interno del dittico Bach Project del 2018, e il riallestimento per due danzatori di Aterballetto di Inter-view: Emanuele e Clément, presentato a Fotografia Europea 2019.

Progetto per una casa di luce, Massimo Uberti